// stai leggendo...

Scrittura

A Pasolini

Che cielo azzurro guarda si è schierato

per il tuo anniversario

di assassinato.

Proprio un giorno da partita

di pallone vedi? O da lì

non si vede proprio niente

niente? Non senti che vento forte

si è levato? Con un vento così

il pallone ti sarebbe forse sfuggito

svolato come tu quel giorno a noi.

E’ un novembre con i colori di aprile

Siamo qui soli con te Pasolini

con quel tuo morire.

Da Una quiete polvere, 1996

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

Wang Xiaobo e l’arte della rivolta

Wang Xiaobo e l’arte della rivolta

Breve excursus estetico tecnico/formale sulla forma sonata

Trieste Science+Fiction Festival 2017

Il signore va a caccia di Georges...

Breve excursus estetico sulla forma concerto

Macumba

I vent’anni della Principessa Mononoke

Diana Wynne Jones, Hayao Miyazaki e Il...

L’opera lirica spiegata ai ragazzi

Un’interruzione (atto di)

Romanzo giallo o romanzo picaresco?

Non c’è più scampo e Carte in...

Delitto in cielo e La serie infernale

Jackson Pollock e la musica

L’altro volto della speranza

Il linguaggio di Boris Vian

Vita da commessa

Jackie

Frank Cho: Un sacerdote in meno, un fumettista in...

Tuono Pettinato: Fumetti stondati con contenuti storti

Agatha Christie e i film gialli tratti...

Romina Moranelli: Pin up italiane

Paesaggio e Sublime

Andrea Sorrentino: Dai giochi di ruolo ai supereroi

Fabiano Ambu: Un’iniziativa meritevole: IT Comics e i suoi...

Casomai un’immagine

pas-20 sir-34 pck_18_cervi_big 09 ruz-03 dobrilovic_06 001 bon_sculture_17 bon_sculture_18 mccarroll06 acau-gal-15 07 bra-big-02 cas-02 cas-07 antal1 czkd1 fuga1 lontano cip-11 cammello1 holy_wood_30 murphy-36 galleria20 22 06 11 Alice Metropolis n-3 the-afghan-whigs-1