// stai leggendo...

Fumetto

Demone dentro

Demone dentroWantoo era un ingegnere, o forse un “semplice” industriale, insoddisfatto della sua bella ma non appagante vita rosa dal tarlo dalla gelosia. Ulisse era un giovane impiegato contabile che nel suo ufficio viveva un’umiliante esistenza di vessazioni.

Entrambi sono stati posseduti da “demoni dentro” che, giunti al proverbiale punto di non ritorno (reale o solo immaginato), hanno reso concretamente manifesta la loro rabbia inducendoli a fare cose di cui si sono amaramente pentiti. Questi demoni interiori stanno letteralmente col fiato sul collo ai due protagonisti e si manifestano come delle inquietanti ombre acquerellate (ma, ci giurerei, frutto di computer grafica).

Sia Wantoo che Ulisse andranno alla ricerca di espiazione, di una maniera per placare i loro “demoni dentro” che li divorano. E per farlo, seguiranno il periplo del diario del pellegrinaggio di Babadush che viene offerto loro da un rigattiere di buon cuore che ha intuito la loro condizione di anime sofferenti alla ricerca di riscatto.

Demone dentro è la classica storia di passaggio che racconta la conquista dell’autoconsapevolezza, in cui un personaggio (in questo caso due) deve venire a patti con quello che lo lacera. Il finale è volutamente interlocutorio e aperto all’interpretazione del lettore, mentre una nuova vicenda analoga a quelle di Wantoo e Ulisse si innesta nel blocco centrale della storia principale.

Demone dentroIl viaggio verso il cuore della soluzione dei problemi è ovviamente puntellato dai luoghi simbolici topici del viaggio iniziatico o espiativo: l’acqua come battesimo a nuova vita, la scalata impervia della montagna come superamento delle difficoltà, l’arrivo nel ventre della terra per affrontare definitivamente la propria vera essenza e la fonte dei problemi.

Si tratta insomma di una storia basata per intero sulle atmosfere e sulle suggestioni che sa evocare e non sul disvelamento di una trama. Se quindi a livello di testo siamo di fronte a qualcosa di suggestivo, ma tutto sommato non particolarmente originale e innovativo, alcune delle soluzioni grafiche sono interessanti ed efficaci.

Già la scansione dei capitoli con un elemento grafico a costituire una sorta di incipit di quello che leggeremo nelle pagine successive (spesso apparentemente slegato dal flusso della storia) è una bella pensata che intriga il lettore e lo spinge ad addentrarsi nell’universo ideato da Iacono anche tramite questi dettagli.

Per quel che riguarda lo storytelling il giovane autore dimostra già una grande professionalità e sa bene come gestire le tavole nella maniera più razionale, come alternare panoramiche e dettagli, come usare i recadrage, come dare la giusta scansione alle vignette e in definitiva come guidare l’occhio del lettore.

Demone dentroLa rappresentazione dei “demoni dentro” come fumo acquerellato è senz’altro efficace, mentre trovo veramente ottimo l’effetto espressivo di decolorazione con cui l’autore rappresenta l’attesa carica di tensione a pagina centosette.

Al di là di queste considerazioni prettamente narrative, il tratto di Mattia Iacono è sospeso tra Paco Roca e Adventure Time, riferimento quest’ultimo cui lo stesso autore rimanda nella postfazione. Il risultato non è però così allegro e rassicurante come si potrebbe pensare, tanto più che l’autore predilige un segno sketchy: anche se i vari mostri che compaiono nella storia sono raffigurati con fattezze alquanto buffe non sono per questo meno inquietanti.

Molto simpatici i fogli di risguardo del volume (cartonato come tutti i titoli più recenti della collana Prospero’s Books), che riprendendo dei disegni colorati di Iacono forse vogliono essere una citazione degli albi originali di Tintin e Blake & Mortimer.

Nota biografica:

Mattia Iacono è un illustratore, fumettista e colorista romano, diplomato alla Scuola Internazionale di Comics in illustrazione e colorazione digitale. Cover artist per l’etichetta discografica milanese Maciste Dischi, lavora come copertinista per IDW (G. I. Joe, Teenage Mutant Ninja Turtles). Demone dentro è il suo primo graphic novel.

Titolo: Demone dentro
Autore: Mattia Iacono
Anno di pubblicazione: 2016
Editore: Tunué
Collana: Prospero’s Books
Formato: 17×24 cm
Pagine: 176
Prezzo: 16,90 euro
ISBN 978-88-6790-183-8

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

L’etimologia dei nomi e il loro significato...

La domatrice e Il Natale di Poirot

Poirot sul Nilo e Due mesi dopo

Tonya di Craig Gillespie

Enrique Jardiel Poncela e la censura franchista

Somewhere Over the Rainbow

Cujo di Stephen King

Tutti quanti voglion fare jazz

La parola ai giurati di Sidney Lumet

Aristotele e Eugène Labiche (II)

Jason Aaron: Gli eroi di Jason Aaron

Aristotele e Eugène Labiche (I)

Glenn Gould scrittore

Roberto Baldazzini: Sultane e dive di Hollywood

Giuseppe Peruzzo: Le novità Q Press

Breve ricerca storica sul concetto di musica...

Stefano Conte "TheSparker": Volt: una scommessa vinta

Elisabetta Cifone: Molto più di un manga all’italiana

Histoire du soldat, una favola in musica

Andrea Rivi: I nuovi traguardi di Nona Arte

Luca Salvagno: Si può epigonare l’inepigonabile?

Wang Xiaobo e l’arte della rivolta

Wang Xiaobo e l’arte della rivolta

Breve excursus estetico tecnico/formale sulla forma sonata

Trieste Science+Fiction Festival 2017

Il signore va a caccia di Georges...

Casomai un’immagine

pas-09 sir-31 mar-02 mar-04 mar-39 viv-20 th-12 kubrick-42 thole-11 deck73 dobrilovic_05 sade1 cip-12 18 5 cor04 tav2 02-garcia holy_wood_02 holy_wood_22 holy_wood_31 sac_04 pm-28 murphy-21 14 15 32 wendygall-10 Padiglione Italia Robot 1