// Archivi

Saggi

Questa parola chiave raccoglie 435 articoli

Le loro uscite e le loro entrate: la porta sulla scena

L’articolo che segue è stato scritto da Arnold Aronson, storico del teatro e professore di Teatro presso la Columbia University di New York, ed è pubblicato su New Theatre Quarterly 20:4 (Cambridge University Press, Novembre 2004, pagg. 331-340). Le note appartengono al testo. Tutti i diritti sono riservati. La traduzione è di Lorenza Pravato, che non ha trovato il […]

Stupore e tremori: un viaggio infernale all’interno di una ditta giapponese (III)

Il presente saggio è tratto dalla rivista online Astrolabe, a cura del Centre de Recherche sur la Littérature des Voyages, settembre 2006. L’autore è David Ravet, insegnante di letteratura francese presso il Collegio Universitario Francese e l’Università Statale Lomonossov di Mosca, e presso l’Università Paris-Sorbonne (Paris IV) e l’Università Vincennes-Saint-Denis (Paris VIII). La traduzione è […]

Stupore e tremori: un viaggio infernale all’interno di una ditta giapponese (II)

Il presente saggio è tratto dalla rivista online Astrolabe, a cura del Centre de Recherche sur la Littérature des Voyages, settembre 2006. L’autore è David Ravet, insegnante di letteratura francese presso il Collegio Universitario Francese e l’Università Statale Lomonossov di Mosca, e presso l’Università Paris-Sorbonne (Paris IV) e l’Università Vincennes-Saint-Denis (Paris VIII). La traduzione è […]

Stupore e tremori: un viaggio infernale all’interno di una ditta giapponese (I)

Il presente saggio è tratto dalla rivista online Astrolabe, a cura del Centre de Recherche sur la Littérature des Voyages, settembre 2006. L’autore è David Ravet, insegnante di letteratura francese presso il Collegio Universitario Francese e l’Università Statale Lomonossov di Mosca, e presso l’Università Paris-Sorbonne (Paris IV) e l’Università Vincennes-Saint-Denis (Paris VIII). La traduzione è […]

Eduardo Scarpetta e le aspre critiche dei francesi nei confronti delle sue riduzioni

Il presente frammento è tratto dal volume Pulcinella & C. – Le théâtre napolitain, ouvrage illustré de 50 photogravures, Librairie Paul Ollendorff, Paris, 1901, pp. 279-290. L’autore è Henry Lyonnet. La traduzione è di Annamaria Martinolli. Nello stesso istante in cui riunivo questi miei appunti, l’instancabile Eduardo Scarpetta, che all’età di trent’anni ci aveva consegnato […]

Come imparammo ad addomesticare la bomba

Nel suo breve quanto illuminante libro Senza trauma. Scrittura dell’estremo e narrativa del nuovo millennio, Daniele Giglioli descrive efficacemente alcune delle condizioni (e delle contraddizioni) più tipiche del nostro essere. Nel testo si parla principalmente di romanzi, ma l’assunto base secondo cui oggigiorno abbiamo il bisogno quasi fisiologico di interiorizzare un meccanismo di identificazione vittimaria […]

I gioielli dimenticati di Lanciocomix

Nella primavera del 1999 una bella sorpresa aspettava in edicola chi amava il fumetto argentino. La romana Lancio, storica casa editrice leader nel settore dei fotoromanzi, nonché punto di partenza dell’Eura, dette alle stampe il primo numero di una collana che avrebbe presentato il meglio dei fumettisti erotici, e che appunto si intitolava «Lanciocomix presenta: […]

La traduzione giuridica dall’italiano al francese

Il saggio di Alain Volclair Traduire en français le jugement d’un tribunal civil de premier degré italien. Ignorance de la langue contractuelle et annulabilité du contrat[1] espone uno dei possibili percorsi per tradurre in francese una sentenza emessa da un tribunale italiano di primo grado. In esso, l’autore spiega quali sono le conoscenze, sia di […]

Ray Collins e le altre vite di Eugenio Zappietro (II)

Rassegna(ta) stampa Non sopporto i fumetti di Collins, trovo i suoi soggetti completamente slegati, con i personaggi tutti simili fra loro, le cose accadono senza spiegazione, insomma mi pare infranga tutte le regole che dai tu a chi ti chiede consigli per scrivere un soggetto. Così, su Lanciostory 41 del 1991, il lettore Paolo di […]

L’età della disillusione. I giovani nel cinema di Valerio Zurlini

Che in quest’incipit di millennio e, in particolare, nelle ultime stagioni, sia in atto, dopo decenni di omissioni storiografiche, un vero e proprio revival delle pellicole di Valerio Zurlini, appare piuttosto evidente. Se, nel 2000, il Lincoln Center di New York dedicava al cineasta la prima rassegna oltreatlantico, nel solo 2012, in occasione del trentennale […]