// stai leggendo...

Cinema

Sexorcismo

Sexorcismo
 
 Regia: Massimo Giacon, Fabio Bozzetto e Diego Zucchi
 Produzione: Lipanjepuntin Arte Contemporanea, Trieste (2000)
 Personaggi e Interpreti: Lisa, Raffaella, Maurizio, Diego e Massimo
 Distribuzione: LipanjePuntin
 Formato: VHS
 Durata: 6′
 
 Il divertente video proposto da Massimo Giacon, Sexorcismo, non è altro che il filmato di quel splendida esibizione che egli, assieme ai componenti della band, ha proposto in occasione dell’inaugurazione della mostra “Sexorcismo 2000”, alla galleria d’arte contemporanea Lipanjepuntin nel febbraio del 2000. Allo show ha assistito anche il suo grande amico, Daniele Luttazzi, che dice di lui “L’arte di Massimo Giacon non solo non conosce le soddisfazioni erotiche del dolore, ma vuole usurpare alla religione la capacità di elevare al sacrificio e la tortura dall’eccitazione carnale verso la santità”.
 La mostra che infatti l’artista propone, raggruppa fumetti raccolti all’interno del volume “Sexorcismo 2000”. Giacon affronta una tematica che risulta non passare mai di modo ‘il sesso’. Lo fa utilizzando quella forma artistica che lo ha sempre distinto, il fumetto (Giacon nasce come fumettista e partecipa negli anni Ottanta, assieme ad altri, a quello che viene comunemente chiamato il rinascimento dell’animazione italiana, scrivendo su riviste come Frigidaire, Alter, Dolce Vita, Cybor e Nova Express). L’artista descrive, con le sue immagini, la visione del sesso, associata a quelle pratiche di libido stimolate da “macchine” o “aggeggi” sessuali. Gli strumenti fantasmagorici sono meticolosamente descritti e la funzione di ogni ordigno affianca il divertente fumetto.
 Giacon vanta un curriculum zeppo di iniziative eterogenee, tra le quali le attività di fumettista, illustratore, designer, artista e musicista. Ed è proprio accompagnato dalla sua banda, che l’artista si esibisce alla Lipanjepuntin. Il video, naturalmente, non rappresenta pari pari lo svolgimento dello spettacolo, ma è intervallato da un montaggio frenetico affiancato da immagini di “Sexorcismo”. Protagonisti assoluti del videoclip sono, a parte Giacon, gli amici Lisa, Raffaella, Maurizio e Diego che interpretano i divertenti personaggi disegnati dall’artista. Le musiche relative ai due video sono copyright di Massimo Giacon e della Fridge Records di Milano, faranno parte di un cd in uscita a ottobre 2002, che conterrà le canzoni presenti in Sexorcismo e non solo, ad esempio cover realizzate per altre performances di Massimo Giacon.
 
 L’artista: Massimo Giacon nasce nel 1961 a Padova. A parte l’attività di fumettista a cui abbiamo fatto riferimento poc’anzi (ha inoltre collaborato con Matteo Thun, Atelier Mendini, Sieger Design, Menphis, Alessi, Philips, Zero Design, Swatch e Artemide), negli anni novanta sviluppa una coscienza artistica che lo porta ad esibire la sua arte in Italia, Svizzera, Grecia, Stati Uniti, Portogallo e Giappone. Per quanto riguarda la sua carriera come musicista, dopo un decennio di attività musicale con diversi gruppi, nel 1996 esce con il suo primo album da solista, “Horror Vacui”. Ha inoltre collaborato con artisti e riviste di moda (Romeo Gigli, Vanity, Elle). Nel 2001 presentò la mostra, sempre alla Lipanjepuntin, “Philosophers in Pop Planet”.
 
 Fonte: Lipanjepuntin Arte Contemporanea
 
 martina palaskov begov

Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] giù così… poi tu sei anche un perfomer e non solo un semplice disegnatore: mi ricordo il Sexorcismo[1] a […]

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

L’Italia è tutta una Brancalonia

2020: l’anno in cui Lucca cambiò

2020: l’anno in cui Lucca cambiò

Eva contro Eva a teatro con Gillian Anderson

Eva contro Eva a teatro con Gillian...

Che paura, nonno!

Trieste Science+Fiction 2020

Intervista a Antonio Buero Vallejo

Intervista a Antonio Buero Vallejo

Teatro a leggio: Il Dio del massacro

Florence Korea Film Fest 2020

Florence Korea Film Fest 2020

Perpendicolare: poesia, musica e movimento

Il sistema Shakespeare sotto accusa

Le rovine e le ombre di Manderley: Rebecca dal libro al film (II)

Le rovine e le ombre di Manderley:...

Le rovine e le ombre di Manderley: Rebecca dal libro al film (I)

Le rovine e le ombre di Manderley:...

Attori Quarantenati Anonimi: sopravvivere alla quarantena grazie...

Far East Film Festival 2020

Discorso sull’Orrore dell’Arte

La donna della domenica e le sue...

Teatro francese in allegria per situazioni di...

La Traviata al Maggio Musicale, febbraio-marzo 2020

Eclissi di Ezio Sinigaglia (Modus Legendi 2020)

Don Matteo: siate banali, siate buonisti

La coccinella e il gatto nero

La coccinella e il gatto nero

Fábio Moon/Gabriel Bà: Storie e non pin-up

Signori, il delitto è servito (in versione...

Trieste Film Festival 2020

Non solo giochi di ruolo

Jeff Grubb: Non solo giochi di ruolo

Casomai un’immagine

mar-33 th-18 th-44 th-52 02 11_pm 003 bon_sculture_13 piccini_06 o acau-gal-05 14 28 bra-big-02 busdon-01 busdon-05 brasch1 ferita3 oktana tycrbg jg_big_1 s20 pm-09 pm-21 14 Christian Boltanski: Chance / Padiglione Francia Hajnal Németh / Padiglione Ungheria Allora & Calzadilla / Padiglione USA Urs Fischer refused-36