// stai leggendo...

Cinema

Una doccia fredda

Regia: Marzia Amoruso
Sceneggiatura: Marzia Amoruso
Montaggio: Michele D’Attanasio
Fotografia: Luigi Martinucci
Musica / suono: Claudio Cavallari, Sonia Portoghese
Interpreti: Anna Rispoli
Produzione: Isoticam, Bologna (2000)

Una splendida pellicola che, in sei minuti, riesce a far innamorare il pubblico del particolare volto dell’interprete che, per buona parte dell’opera si specchia… senza vedersi. La giovane donna si sveglia, si avvicina nuda allo specchio. Non sembra essere visibilmente turbata, tuttavia si lascia trasportare nella doccia. L’acqua fredda lava via i cupi pensieri che le hanno turbato il sonno? Aperto a interpretazione è anche il finale, quando la donna avverte dei bombardamenti e si ritrova in un campo disseminato di pietre e fango.

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

Discorso sull’Orrore dell’Arte

La donna della domenica e le sue...

Teatro francese in allegria per situazioni di...

La Traviata al Maggio Musicale, febbraio-marzo 2020

Eclissi di Ezio Sinigaglia (Modus Legendi 2020)

Don Matteo: siate banali, siate buonisti

La coccinella e il gatto nero

La coccinella e il gatto nero

Fábio Moon/Gabriel Bà: Storie e non pin-up

Signori, il delitto è servito (in versione...

Trieste Film Festival 2020

Non solo giochi di ruolo

Jeff Grubb: Non solo giochi di ruolo

Cita a ciegas: Gioele Dix, Borges e...

Lo scrittore: una specie in via di estinzione

Lo scrittore: una specie in via di...

Mercy

Mirka Andolfo: Mercy

Gap!

Gap!

Alex Alice: Per fare un libro di carta bisogna...

Joker e la follia: Un film per...

John Bolton: Le tecniche della fantasia

Composizione, analisi musicale e tecnologia nella scuola...

Otto donne e un mistero a teatro

Otto donne e un mistero a teatro

Paperi amari

Paperi amari

Bill Willingham: Le Favole a fumetti di Bill Willingham

Trieste Science+Fiction Festival 2019

A modo mio mi prendo cura di te

A modo mio mi prendo cura di...

Mio padre era un uomo sulla terra...

Casomai un’immagine

mar-41 viv-35 viv-42 pck_03_cervi_big th-66 th-70 th-80 22_pm kubrick-4 petkovsek_19 petkovsek_25 bon_06 bis_II_04 38 bav-04 bra-big-04 busdon-08 cas-16 lor-7-big cor12 holy_wood_25 Pb640 Rainbow640 sac_03 pm-15 pm-20 01 vivi-01 23 Face 3