// stai leggendo...

Scrittura

Disegnare l’Italia (11)

Il dato che dimenticano più spesso è il mese e l’anno del matrimonio, quello che dichiarano con più pudore il titolo di studi: licenza elementare a pari-merito con le alte specializzazioni. C’è chi aggiunge diciture perché non si riconosce in nessuna opzione, alla ricerca di un’unicità che verrà annullata dal lettore ottico. Ho incontrato persone che non volevano nemmeno aprirmi la porta nonostante le sentissi in casa, ma basta la parola magica “multa” per abbassare il ponte levatoio. Una signora dalla lunga treccia mi ha mandato via in malo modo, indignata per come si gettino i soldi della collettività, imprecando contro le perdite di tempo del sistema, sentendo minata la propria privacy. Il tempo di salire in macchina e se n’è pentita, mi ha richiamata in casa, mi ha intrattenuto fin troppo con conversazioni finissime e sarcastiche. 

C’è il deficiente che censisce il cane, come fosse divertente. 
L’istruttrice di tango immune all’invecchiamento, la gentilezza d’animo che non ha classe sociale, la frase che dicono tutti “mi dispiace per il disordine”, quelli che ti tengono sull’uscio per nascondere chissà cosa, gli straordinari ripagati in storie soprattutto da parte di quelli che alla domanda “dove risiedeva cinque anni fa” ci devono pensare parecchio. Ma se dovessi trovare vocaboli che accomunino il disegno Italia come quei giochi a premi, direi famiglia, umiltà, cortesia per gli ospiti, disordine creativo e caffè.

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

Tra la nascita e la morte di...

Lezioni di Fantastica: Storia di Gianni Rodari

La contrada artistica dei diritti umani

La contrada artistica dei diritti umani

Ricomincio da RaiTre: come dimostrare che il...

Amazing Grace: L’immortalità fatta pellicola

L’Italia è tutta una Brancalonia

2020: l’anno in cui Lucca cambiò

2020: l’anno in cui Lucca cambiò

Eva contro Eva a teatro con Gillian Anderson

Eva contro Eva a teatro con Gillian...

Che paura, nonno!

Trieste Science+Fiction 2020

Intervista a Antonio Buero Vallejo

Intervista a Antonio Buero Vallejo

Teatro a leggio: Il Dio del massacro

Florence Korea Film Fest 2020

Florence Korea Film Fest 2020

Perpendicolare: poesia, musica e movimento

Il sistema Shakespeare sotto accusa

Le rovine e le ombre di Manderley: Rebecca dal libro al film (II)

Le rovine e le ombre di Manderley:...

Le rovine e le ombre di Manderley: Rebecca dal libro al film (I)

Le rovine e le ombre di Manderley:...

Attori Quarantenati Anonimi: sopravvivere alla quarantena grazie...

Far East Film Festival 2020

Discorso sull’Orrore dell’Arte

La donna della domenica e le sue...

Teatro francese in allegria per situazioni di...

La Traviata al Maggio Musicale, febbraio-marzo 2020

Eclissi di Ezio Sinigaglia (Modus Legendi 2020)

Don Matteo: siate banali, siate buonisti

Casomai un’immagine

sir-21 mar-20 th-04 th-18 12_pm 14_pm kubrick-32 kubrick-5 bon_07 bon_sculture_18 malleus_06 bis_IV_03 mccarroll04 acau-gal-07 acau-gal-11 acau-gal-18 38 busdon-13 cor06 cammello2 p11 s12 Otrok24 pm-25 pm-36 murphy-06 36 35 Dog Eat Dog the-afghan-whigs-1