// Gli articoli dell\'autore

Sara Visentin

Per Fucine Mute Sara ha scritto 21 articoli.
Nota biograficaSara Visentin, nata a Treviso l'8 gennaio 1979, frequenta la facoltà di Scienze della comunicazione, indirizzo giornalistico, all'Università di Trieste.
Benedetta Cibrario

Rossovermiglio

Una donna, due uomini, un’epoca travagliata e un luogo in cui sembra che tutto possa ricominciare, lasciando spazio ai sogni. È Rossovermiglio, opera prima di una scrittrice, Benedetta Cibrario, che con questo libro si è conquistata il Premio Campiello 2008.Ambientato nell’Italia del Novecento, il romanzo copre quasi un secolo di storia nazionale. In un panorama […]

Candido Cannavò

Carcerati, disabili e pretacci

Giornalista, scrittore, uomo di cultura, ma soprattutto grande filantropo. Potremmo definire così Candido Cannavò, in virtù di una vita dedicata alla carta stampata e a rendere protagonisti dei suoi libri gli altri, i meno conosciuti, i meno apprezzati, i cosiddetti diversi: dai carcerati ai disabili passando per i preti, purché non siano quelli tradizionali. Individui […]

Carlo Lucarelli

L’ottava vibrazione

Un universo fatto di pagine e parole. Tutto in un fazzoletto di città nelle cui vie si respira ancora un qualcosa dal fascino antico e ammaliante. È Pordenonelegge Festival che, giunto quest’anno alla 9° edizione, ha ancora una volta aperto al pubblico piazze e monumenti per una tre giorni dedicata a chi la passione per […]

Alexandru Solomon

La sottile linea tra verità e menzogna

Presentato in concorso alla sedicesima edizione del Trieste Film Festival, il documentario del regista rumeno, Alexandru Solomon, ricostruisce un passato fatto di cronaca. Siamo nel 1959 e la Banca nazionale rumena viene rapinata: sei individui, cinque uomini e una donna, portano via in Lei rumeni l’equavalente di un milione di dollari dell’epoca. Per lo Stato […]

Manuela Pecorari

E se le donne fossero…

Rossetto. Le piccole cose di ogni giorno. È questo che ha dato alle donne comuni la forza di continuare a vivere anche durante i conflitti che hanno colpito il loro paese, ucciso i loro cari e distrutto le loro case.Perché le donne non fanno la guerra?, di Manuela Pecorari e Nicola Nannavecchia, in concorso al […]

Ivan Fila

Il re dei ladri

In concorso al Trieste Film Festival Il re dei ladri di Ivan Fila, ha riscontrato i favori di buona parte del pubblico, senza riuscire comunque ad assicurarsi neppure un premio. Il regista ci apre uno scorcio su una delicata ma allo stesso tempo dura storia di vita vissuta da dei poco più che bambini costretti a diventare […]

Francesco Falaschi

Il cinema in prospettiva

Sara Visentin (SV): Siamo qui con Francesco Falaschi, regista del film Emma sono io e gli poniamo alcune domande. Lei è passato dal corto al lungometraggio con il film Emma sono io. Questo è stato un passaggio definitivo oppure pensa di continuare ancora a confrontarsi con il corto? Francesco Falaschi (FF): Sicuramente non è definitivo. […]

Alessio Lega

Nel tempo dei folli che cantano

ASCOLTA L’ALBUM Una voce che esce quasi dagli schemi del tempo e dello spazio. Una musica che può ricordare qualcosa di atavico e passato. O di interiore e rivoluzionario. Alessio Lega è un cantautore italiano che vuole dare spazio ai molti o ai pochi che vogliono ancora ascoltare la musica dal vivo. Sara Visentin (SV): […]

Mario Fragiacomo

Con un piede sui Balcani

ASCOLTA L’ALBUM La musica jazz è il suo vocabolario, gli umori triestini le sue note. Ha il cuore di un triestino, si porta dietro le sue contaminazioni e il suo humus multiculturale. Tutto della sua città natia gli è rimasto dentro, pensa addirittura di tornarci. Mario Fragiacomo, trombettista jazz ormai trapiantato a Milano da anni, ha […]

Sogni Verticali

Geometrie in musica

ASCOLTA L’ALBUM Giorgio, Lorenzo e Simone. Sono i Sogni Verticali. Hanno pubblicato il loro primo cd per Alice Dischi e Luna Records. Il genere? Per accontentare chi glielo chiede, rispondono che spaziano dal jazz al post-rock, il loro si potrebbe chiamare indie-jazz. La verità però è che non sanno come definirsi, dicono che in questo […]