// Archivi

Memorie

Questa parola chiave raccoglie 50 articoli

Mi manca la sua lucidità

Pasolini era un’anima bella. Conosceva razionalità e passione, impegno e saggezza. Conosceva l’intelligenza, il sesso, l’amore. Conosceva Ninetto Davoli e Moravia, i giovani della Fgci e quelli della stazione Termini, Maria Callas e Totò. Ha fatto film e romanzi, articoli e poesie. È difficile districare il Pasolini regista dal narratore, dal poeta, dall’opinionista. Mi mancano […]

Pasolini, il caso è chiuso

Un film e una polemica giudiziaria (la centomillesima dell’anno) cercano di riaprire, vent’anni dopo, il “caso Pasolini”. Si vuole sapere se la morte cruenta del poeta sia stata l’opera solitaria di un giovane prostituto di borgata, il famoso Pina la Rana, come le autorità hanno sancito, oppure se dietro l’omicidio ci siano state anche altre […]

Il Friuli non è il Veneto; è Italia

Pasolini era un uomo del nord-est, e il nord-est è stato il luogo della sua educazione alla letteratura e alla politica. Il Friuli non è stato per lui motivo di rivolta o di cancellazione d’altra identità: è stato invece ragione, nel suo specifico, di una definizione dialettica della identità nazionale. Il primo libro pasoliniano Poesie […]

In morte di Pasolini

Con commossa unanimità di accenti, da destra e da sinistra, la stampa italiana piange Pier Paolo Pasolini, l’intellettuale più scomodo che abbiamo avuto in questi anni. Diventato, anzi, scomodissimo. Non piaceva a nessuno, quel che negli ultimi tempi andava scrivendo. Non a noi, la sinistra, perché battagliava contro il 1968, le femministe, l’aborto e la […]

Ma che cosa aveva in mente?

Chi era, che cercava Pasolini? In principio c’è stata, perché non ammetterlo?, l’omosessualità, intesa però nella stessa maniera dell’eterosessualità: come rapporto con il reale, come filo di Arianna nel labirinto della vita. Pensiamo un momento solo alla fondamentale importanza che ha sempre avuto nella cultura occidentale l’amore; come dall’amore siano venute le grandi costruzioni dello […]

Povero Cristo

“Coscientemente ho cercato la morte dopo una breve giovinezza, che pure a me pare eterna, essendo l’unica, l’insostituibile che io avessi avuto in sorte. Coscientemente ho rinunciato all’inenarrabile gioia di essere al mondo… ma ho pagato questa rinuncia con uno strazio tale che solo un vivo può comprenderlo”. Queste parole, di trent’anni fa, Pier Paolo […]

Perché non eravamo sempre d’accordo

Quando ho sentito la notizia alla radio ho avuto un primo moto di rimorso: mesi fa, a proposito del suo articolo sull’aborto, lo avevo attaccato con cosciente cattiveria, e lui se ne era molto risentito, contrattaccando (una sola battuta nel corso di un’intervista) con altrettanta cattiveria. E al saperlo morto ammazzato, così bruttamente, ho avuto […]

Con civile coscienza di fronte allo “scandalo”

“Su tutto è sempre prevalsa l’idea, disperata ma rassegnata, che la propria vita si fosse rimpicciolita: ma che comunque fosse aumentato il piacere di vivere in ragione della materiale diminuzione del futuro”. Sono le parole con le quali Pier Paolo Pasolini chiuse il risvolto del suo libro di poesie Trasumanar e organizzar. Il suo volo […]

Pasolini nella memoria

Il Liceo “Galvani” in Via Castiglione e il preside Chiorboli, specialista del Petrarca, con due baffi di segno particolare, molto caratteristici. La libreria Cappelli in Via Farini, dove si andava a parlare e a cercare i libri di poesia che si pubblicavano in giro. Da Cappelli capitava Antonio Meluschi; dopo abbiamo conosciuto anche sua moglie, […]

In quel mucchietto di stracci insanguinati

“Ma chi è quer fijo de mignotta che ha scaricato ‘sta monnezza sotto casa mia?, me so’ detta appena l’ho visto: pareva un sacco di stracci. E invece era n’omo. Morto”. Sono le 6,30 di domenica 2 novembre quando Maria Teresa Lollobrigida in Principessa, in gita con la famiglia nella sua villetta abusiva al centro […]