// stai leggendo...

Fumetto

Nimona, l’antieroina mutaforma

Nimona - copertinaLa capacità di mutare forma non è una dote nuova per un personaggio dei fumetti né tanto meno per i protagonisti di un cartone animato – i Barbapapà, in questo senso, sono un ottimo esempio – ma se il personaggio in questione è una ragazzina dall’aria insignificante in grado di assumere, nell’arco di un secondo, l’aspetto di un drago sputa fuoco o di un coraggioso cavaliere, la faccenda si complica. E si complica ancora di più se il suo sogno è diventare il braccio destro di colui che considera il malvagio per eccellenza, Lord Ballister Cuorenero.
A ostacolare il desiderio di onnipotenza della giovane, però, sarà proprio quest’ultimo, che non condivide affatto il suo atteggiamento privo di etica e, anzi, cerca di farla maturare insegnandole che nella vita bisogna sapersi assumere le responsabilità delle proprie azioni e che uccidere esseri innocenti non ci rende esseri umani migliori.

È questo il fulcro attorno al quale si sviluppa la trama di Nimona, graphic novel edita dalla Bao Publishing nella traduzione di Leonardo Favia, che segna il debutto della giovane fumettista Noelle Stevenson e che ha contribuito a lanciare la sua carriera internazionale.
Vincitore nel 2012 del Cartoonist Studio Prize nella sezione Best Web Comic of the Year, Nimona nasce, appunto come fumetto web per poi passare alla versione cartacea grazie al successo ottenuto e al sostegno degli appassionati. Il mezzo di comunicazione per cui è stato concepito ne influenza inevitabilmente la struttura facendo sì che la storia ci venga presentata in medias res, senza un’introduzione vera e propria all’ambiente e ai personaggi e con la protagonista che va subito a bussare alla porta del suo idolo malvagio per offrirgli i suoi servigi.

Nimona - una tavola

Rispetto ad altri fumetti di stile prettamente fantasy, il pregio di Nimona è di possedere una trama che alterna mistero, azione e parodia; elemento, quest’ultimo, che prende il sopravvento proprio nei passaggi in cui la drammaticità della scena indurrebbe il lettore a temere per l’incolumità dell’eroina – vedesi, ad esempio, quando la protagonista, dopo essere stata ferita da una freccia, si mette a giocare a Dominazione Mondiale – . I personaggi riprendono i classici stereotipi dei romanzi d’avventura per poi stravolgerli completamente: Nimona ha le fattezze di una bambina innocua e bisognosa di protezione quando in realtà è spietata, priva di scrupoli e dotata di poteri quasi illimitati; Lord Ballister Cuorenero sembra il tipico cattivo disposto a tutto ma, in realtà, ha una sua precisa etica professionale e agisce più per vendicare un torto che ritiene di aver subito che per un autentico desiderio di conquista; Ambrosius Lombidoro, ex migliore amico di Lord Ballister e responsabile della sua conversione al male, ha un atteggiamento da cavaliere senza macchia e senza paura che lotta strenuamente per una causa in cui crede ma, anziché ostacolare seriamente il suo avversario, sembra aspettare solo l’occasione buona per aiutarlo.

Nimona

L’ambientazione insolita, in un Medioevo ipertecnologico in cui i personaggi si esprimono con un linguaggio del tipo: “In guardia, marrano!” per poi estrarre una pistola laser, contribuisce al divertimento del lettore che pur di scoprire come si evolverà la narrazione è disposto ad accettare le trovate più strampalate – come il fatto che Nimona sopravviva a una decapitazione ma sia allergica alle banane – . Benché il volume sia piuttosto corposo e superi abbondantemente le duecento pagine, l’impaginazione accurata e la struttura da “cartone animato” a puntate lo rendono una lettura godibile con un’eroina talmente anticonvenzionale da riuscire a conquistare, fin dalla prima vignetta, anche i lettori più esigenti.

Titolo: Nimona
Autori: Noelle Stevenson
Casa Editrice: Bao Publishing
Pagine: 272
ISBN: 978-88-6543-589-2
Prezzo: 24,00 €
Formato e rilegatura: Cartonato 17 x 23
Data di pubblicazione: 11/02/16

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Fucine Mute newsletter

Resta aggiornato! Inserisci la tua e-mail:


Leggi la rubrica: Viator in fabula

Articoli recenti

Le versioni cinematografiche del tema di Faust...

Le versioni cinematografiche del tema di Faust...

Montalbano Je suis

La morte nei film di animazione

Il romanzo di Sant Jordi: Màrius Serra...

Scoprendo Joe Orton (II)

Joe Orton: Scoprendo Joe Orton (I)

Dan Panosian: Una passione di famiglia

Piero Alligo: La magia delle tavole originali

La parola alla difesa e Poirot non...

È troppo facile e Dieci piccoli indiani

Marco Galli: Materia Degenere

Victoria Jamieson: Il fumetto come il roller derby

Copia originale (Can You Ever Forgive Me?)

Un viaggio senza fine

Barriera invisibile (Gentleman’s Agreement)

José Muñoz: Miraggi di memoria

C.B. Cebulski: Il globetrotter della Marvel

Trieste Film Festival 2019

Umberto Pignatelli: La rinascita del librogame?

Dave McKean: L’illusione del significato

Tito Faraci: Feltrinelli Comics: una scommessa vinta

James O'Barr e Chiara Bautista: Oltre Il Corvo

Marco Steiner: Corto come un romanzo, anzi due

Cinemassacro di Boris Vian: Il cinema parodiato...

Casomai un’immagine

pas-17 viv-34 th-18 th-56 th-79 04 05 24 04_pm kubrick-18 thole-15 bon_sculture_03 bon_sculture_06 bis_I_03 piccini_11 i cas-07 cas-11 05 s18 pm-00 galleria-02 11 sla-gal-6 tsu-gal-big-05 vivi-05 wendygall-13 23 24 Padiglione Italia